Servizi di progettazione e gestione integrata architettura e ingegneria

ICONEMI 2014
Bergamo, Urban Center 27. 29 ottobre - 3. 5. 7 novembre 2014

Il Comune di Bergamo con il Centro Studi per il Territorio dell’Università degli Studi di Bergamo organizza il 5° ciclo dell’iniziativa ICONEMI Bg, proseguendo l’esperienza molto positiva delle prime 4 edizioni.

ICONEMI è un’indagine in progress sul paesaggio bergamasco che si prefigge di associare momenti di approfondimento scientifico a momenti di divulgazione e di comunicazione più ampia, rivolta a utenze differenziate per età, competenze e interessi.
Infatti è composta da due sezioni :
SEZIONE 1° - APPROFONDIMENTI SCIENTIFICI: ciclo di conferenze tenute da vari specialisti intorno ai temi del paesaggio
SEZIONE 2° - RACCOLTA FOTOGRAFICA: contributi mandati dai cittadini finalizzati a fare emergere, attraverso la pluralità degli sguardi, gli elementi significativi dell’identità del territorio bergamasco, i suoi ICONEMI.
Come per le edizioni precedenti, anche alla fine della quinta edizione verrà pubblicato il volume “ICONEMI 2014” con gli atti delle conferenze, nella collana Quaderni CST di Sestante-Bergamo University Press.
La raccolta fotografica verrà aggiunta a quelle degli anni precedenti e resa consultabile sul sito www.iconemi.it e nella pagina facebook dedicata.

Il tema che quest’anno si intende affrontare è quello dei :
Alimentare i paesaggi; i paesaggi dell’alimentazione- Nuovi sguardi verso EXPO 2015
Sono previsti 5 incontri aperti al pubblico e gratuiti, che avverranno presso la sede dell’Urban Center di Bergamo – ore 17,00- 19,00.

Più della metà della popolazione mondiale vive in zone urbane, con problemi di consumo eccessivo del suolo e con la necessità di nuove strutture per una crescente domanda di spazi pubblici, di prodotti alimentari locali, sani e tracciabili e per una nuova socialità. I temi posti dalla crisi ambientale, economica e sociale rimettono al centro del dibattito l’agricoltura e il suo ruolo fondamentale.
Agricoltura come produzione di cibo, sostenibile, sano e sufficiente: agricoltura come pratica per ricreare reti sociali e per diffondere cultura e consapevolezza ambientale. Agricoltura come matrice del paesaggio italiano, della sua identità e della sua bellezza.

1° incontro: IL PAESAGGIO DI MILANO EXPO 2015 –
Lunedì 27 ottobre 2014

Alimentazione, sostenibilità, ricerca e sviluppo sono i focus su cui si concentra EXPO 2015 per trovare il modo di garantire cibo e acqua a tutta la popolazione mondiale. Ad Expo Milano 2015 i Paesi Partecipanti portano le
loro competenze nei settori dell'agricoltura, della produzione industriale, del commercio dei prodotti e della ricerca scientifica. Come cambia il paesaggio in preparazione all’evento? E Durante? Ma soprattutto come verrà poi riconvertito?

Introduzione :
Maurizio Martina Ministro per le politiche agricole, alimentari e forestali
Nadia Ghisalberti: Assessore alla cultura del Comune di Bergamo
Stefano Paleari: Rettore dell'Università degli Studi di Bergamo.

Paesaggi e governance
Fabio Marazzi - Società Expo 2015 Spa

Paesaggio fisico verso EXPO 2015
Matteo Gatto – direttore visitor experience di Expo Milano 2015 Spa

La riconversione del paesaggio post EXPO
Guido Bonomelli – Direttore Generale Arexpo

2° incontro: CITTA’E CIBO NELLA CONTEMPORANEITA’
Mercoledì 29 ottobre 2014

Lo sviluppo delle città ha consumato una parte notevole del suolo fertile coltivabile del nostro paese. L’Italia nel settore alimentare non è autosufficiente e deve importare una grande quantità di materie prime importandole dall’estero.
Per far fronte ai bisogni alimentari del mondo urbanizzato c’è chi pensa che un grande aiuto possa venire dalle nuove tecnologie, mentre altri sostengono la necessità di un nuovo e più equilibrato modello di sviluppo che riavvicini l’uomo alle leggi della natura e degli ecosistemi.

Produrre cibo senza bisogno di suolo: nuovi orizzonti, soluzioni e criticità
Maria Claudia Peretti, architetto ideatrice di Iconemi

Ruolo e segno della produzione di cibo nella città contemporanea
Tino Grisi, architetto editor Progettare architetturacittàterritorio

Dalla vertical farm alle infrastrutture verdi
Fabrizio Bottini – architetto Politecnico di Milano

3° incontro COLTIVARE RELAZIONI E CONSAPEVOLEZZA –
Lunedì 3 Novembre 2014

“L’agricivismo prevede il coordinamento di molteplici attività agricole in città, un’estesa partecipazione integrata ed una diffusa coscienza ambientalista. Sostenendo con questo, la funzione sociale dell’agricoltura in città, e mettendo in secondo piano quella estetica e produttiva” Richard Ingersoll

Coordina Carlo Salone, DIST, PoliTo-UniTo

Il rapporto cibo-città: una relazione da ripensare e progettare verso strategie alimentari urbane.
Egidio Dansero, Università di Torino

Il ruolo delle città per la qualità della vita e la sicurezza alimentare: l'esperienza del piano del cibo di Pisa.
Adanella Rossi, Università di Pisa

Agricoltura urbana a Mirafiori, Torino: dallo "spontaneismo" alla progettazione partecipata.
Stefano Olivari, MIRAOrti

4° incontroTERRE, ACQUE E CASCINE: IL SISTEMA RURALE, UN PAESAGGIO COSTRUITO IN VIA D’ESTINZIONE?
– Mercoledì 5 Novembre 2014

La terra lombarda, tutta smossa e quasi rifatta dalle nostre mani, rappresenta l’officina a cielo aperto in cui la società lombarda ha prodotto, sia in campo agrario che tecnologico, risorse alimentari e innovazioni tecnologiche di primato continentale. I processi di territorializzazione attuati nell’alta e nella bassa pianura, hanno generato una multiforme rete di paesaggi dotati di elevato valore produttivo, storico-paesaggistico e naturalistico. Le attuali dinamiche di consumo del suolo e gli indirizzi di riqualificazione agrarie, spesso appiattiti su posizioni esclusivamente ecologiche, mettono a rischio il patrimonio rurale prodottosi nella lunghissima e pluristratificata opera di reificazione territoriale

Il paesaggio padano tra storie interrotte e stereotipi naturalistici

Renato Ferlinghetti -Università degli Studi di Bergamo – Centro Studi sul Territorio “Lelio Pagani”
La cascina padana fulcro territoriale dell’assetto rurale
Valerio Ferrari – Ecomuseo della Provincia di Cremona
La gestione e i segni della civiltà idraulica
Mario Di Fidio - Ingegnere
Il ruolo della pianificazione per la messa in valore del patrimonio rurale. Tensioni ed opportunità
Fulvio Adobati – Università degli Studi di Bergamo – Centro Studi sul Territorio “Lelio Pagani”

5° incontro AGRICOLTURA-CITTA’ – BERGAMO VERSO EXPO 2015 –
Venerdì 7 novembre 2014

Per millenni l'uomo si è spostato sul nostro pianeta con i tempi lenti della natura, a piedi, a dorso di animali o portato dal soffio del vento e dalle correnti. La provincia di Bergamo accoglie gli antichi tracciati di percorsi che la attraversavano, che permettevano di valicare le Orobie e di avvicinarsi alle Alpi, vera barriera fra il nord e il sud dell'Europa: la via Priula, la via Mercatorum, la strada Taverna, la via del ferro, la via dei contrabbandieri, la via Argentea, la strada Francesca. In tempi recenti assistiamo alla riscoperta degli antichi tracciati e, traendo spunto dal tema dell'Esposizione Universale di Milano 2015, "Nutrire il pianeta. Energia per la vita” sono stati elaborati sette percorsi, sette vie, che attraverso suggestioni e richiami alla natura, all'agricoltura, al paesaggio, alla storia, alla cultura, alla bellezza, ma anche all'economia, conducano le persone alla scoperta del territorio Bergamasco: La via del legno, La via del sole , La via del verde, La via della pietra , La via dell'acqua, La via dello spirito, Le vie dei sapori.

Coordina Marina Zambianchi – Comune di Bergamo

Bergamo verso EXPO 2015 –Expo a Bergamo : Nadia Ghisalberti

Provincia di Bergamo – I progetti per Expo 2015 Claudio Cecchinelli

Claudia Cividini - Malpaga S.p.A -
Ivan Bonfanti -Parco del Serio-
Lorenzo Berlendis - Slow Food
Francesca Forno - Osservatorio Cores
Giuseppe Bassi -Ordine Ingegneri
Alessandra Ferrari- Ordine architetti

Conclusioni e presentazione degli atti di Iconemi 2013 a cura degli organizzatori : Fulvio Adobati, Maria Claudia Peretti, Marina Zambianchi

PROMOZIONE E COMUNICAZIONE DEL PROGETTO
Sito internet: www.iconemi.it
Pubblicazioni editoriali: Quaderni CST-Università degli Studi di Bergamo, edizioni Sestante-Bergamo University press
Social network: Facebook
Eventi di promozione: conferenza stampa di inaugurazione
Media Partner: Progettare architetturacittàterritorio
href='http://www.studioperetti.it/files/eco-di-bg-25102014.pdf'>articolo

214_iconemibg-2014.jpg